Inizio - VIS Vaticano - Ricevere VIS - Contattaci - Calendario VIS

Il Vatican Information Service (VIS), istituito nell'ambito della Sala Stampa della Santa Sede, è un bollettino telematico che diffonde notizie relative all'attività magistrale e pastorale del Santo Padre e della Curia Romana...

ultime 5 notizie

VISnews anche in Twitter Anche in YouTube

martedì 17 dicembre 2013

77° COMPLEANNO DI PAPA FRANCESCO

Città del Vaticano, 17 dicembre 2013 (VIS). Papa Francesco festeggia oggi il suo 77° compleanno e in Vaticano sono giunti da tutto il mondo migliaia di messaggi augurali, a cominciare dalla sua città natale Buenos Aires. In onore del Papa i parrocchiani del decanato di Boca-Barrajas, une delle aree più popolose e problematiche della città, trascorreranno la giornata nella Plaza de la Constitución dove è stata montata una "tenda missionaria" per accogliere "gli invisibili della capitale". In questa piazza, capolinea di autobus e della stazione ferroviaria, si riuniscono disoccupati, senza fissa dimora e prostitute, ed era qui che l'allora Arcivescovo Bergolgio celebrava tutti gli anni una messa per le vittime del traffico di esseri umani.

In Italia, la Corte Costituzionale ha inviato - tramite il Segretario di Stato, Arcivescovo Pietro Parolin - un telegramma nel quale porge fervidi voti augurali per la sua "intensa e profonda opera pastorale in difesa della dignità dell'uomo e della pace nel mondo". La Conferenza Episcopale Italiana invia un messaggio ricordando "il suo infaticabile ministero apostolico" che "dispensa parole di vita e di misericordia che aprono cammini e risvegliano speranza". Oggi, o al più tardi domani, mercoledì, Papa Francesco riceverà un regalo speciale, la visita della squadra di calcio San Lorenzo di Buenos Aires, della quale è tifoso, che domenica scorsa ha vinto lo scudetto del campionato "Inicial". Nella parrocchia romana San Lorenzo in Piscibus del Centro Internazionale Giovanile San Lorenzo - molto vicina al Vaticano - i giovani regaleranno a Papa Francesco ventiquattro ore di adorazione eucaristica, con centinaia di adesioni per coprire i turni diurni e notturni, insieme con i Cavalieri Templari Cattolici.

Ma la festa di compleanno non finisce oggi. Venerdì 20 dicembre, la Basilica romana di Santa Maria degli Angeli e Martiri festeggia il Papa con un concerto al quale parteciperanno numerosi artisti italiani e stranieri che eseguiranno brani musicali, cori e letture di alcuni passaggi dei discorsi più significativi di Papa Francesco. Il ricco repertorio comprende la Misa Criolla, una delle preferite da Papa Francesco, opera del compositore argentino Ariel Ramirez che sarà interpretata dal Coro della Schola Cantorum Santa Maria degli Angeli, con strumenti popolari argentini e dalla soprano cilena Macarena Valenzuela.

Questa mattina Papa Francesco ha voluto che alla messa mattutina nella Domus Santa Marta fosse presente il personale della stessa Domus, in modo da vivere in un clima particolarmente familiare le prime ore del giorno del suo compleanno. Il Vangelo odierno della genealogia, ricco dei nomi degli antenati di Gesù, ha dato occasione al Papa per ricordare nel corso dell'omelia anche i nomi di alcuni dei dipendenti presenti. Ha concelebrato con il Santo Padre, il Decano del Collegio Cardinalizio, Cardinale Angelo Sodano e il Segretario di Stato, Arcivescovo Pietro Parolin ha presentato gli auguri al Papa anche a nome dei suoi collaboratori nella Segreteria di Stato.

L'Elemosiniere di Sua Santità, l'Arcivescovo Krajewski, nel porgere gli auguri al Santo Padre, ha presentato quattro persone senza fissa dimora che soggiornano nel quartiere vicino al Vaticano. Papa Francesco ha invitato tutti a colazione nel refettorio della Domus Santa Marta.

Chi desideri porgere gli auguri di buon compleanno al Papa, in italiano: può farlo cliccando su: https://www.facebook.com/news.va.it

ABBANDONARE LA COMODITÀ PERCHÉ LA LUCE DEL VANGELO GIUNGA A TUTTE LE PERIFERIE

Città del Vaticano, 17 dicembre 2013 (VIS). In occasione dell'ottavo centenario della morte del Fondatore dell'Ordine della Santissima Trinità, San Giovanni di Matha, e dei quattrocento anni del transito di San Giovanni Battista della Concezione, il Santo Padre ha inviato un Messaggio al Ministro Generale dell'Ordine, Padre José Narlaly. In questo modo Papa Francesco ha voluto unirsi ai Trinitari nella loro azione di grazia a Dio Trinità per queste figure incomparabili della Chiesa e per far pervenire "questo semplice messaggio di incoraggiamento e di vicinanza spirituale, con l'auspicio che sia di stimolo per avanzare con entusiasmo e decisione sul cammino spirituale che essi tracciarono per la gloria di colui che è tre volte Santo e anche per coloro che sono nella prova".
 
Il Papa ha ricordato le figure di San Giovanni di Matha e San Giovanni Battista della Concezione sottolineando la loro vita esemplare: nel ricevere la chiamata di Dio abbandonarono tutto a favore dei più bisognosi. "Tutti siamo chiamati a sperimentare la gioia che scaturisce dall'incontro con Gesù, per vincere il nostro egoismo - scrive Papa Francesco - abbandonare la nostra comodità ed avere il coraggio di arrivare a tutte le periferie che hanno bisogno della luce del Vangelo".

"I Trinitari hanno chiaro, e da questo dobbiamo imparare tutti - prosegue il Pontefice - che nella Chiesa tutta la responsabilità o autorità deve essere vissuta come servizio. Da qui la nostra azione deve essere scevra da ogni desiderio di profitto o promozione personale e deve cercare sempre di mettere in comune tutti i talenti ricevuti da Dio, per volgerli, come buoni amministratori, al fine per il quale ci sono stati concessi, cioè per soccorrere i più svantaggiati. Questo è l'interesse di Cristo e per questo le case della vostra Famiglia hanno la 'porta sempre aperta' per l'accoglienza fraterna".

Il Papa invita i Padri Trinitari a non mancare "mai di imitare Cristo e con la forza del suo Spirito a dedicarsi con umiltà a servire il povero e il prigioniero. Oggi ve ne sono molti (...) Non cerchino, con le loro opere ed iniziative apostoliche altro fondamento che non sia 'la radice della carità', 'l'interesse di Cristo', che il mio Predecessore, Innocenzo III, considerò come gli elementi essenziali di questo nuovo modello di vita che approvò con la sua autorità apostolica".



TELEGRAMMA PER LA SCOMPARSA DEL CARDINALE CARLES GORDO

Città del Vaticano, 17 dicembre 2013 (VIS). Papa Francesco ha fatto pervenire un telegramma di cordoglio al Cardinale Lluís Martínez Sistach, Arcivescovo di Barcellona (Spagna), per la morte, all'alba di oggi, all'età di 87 anni, del suo predecessore, il Cardinale Ricard María Carles Gordo.

Il Santo Padre prega per l'eterno riposo di "colui che esercitò con diligente sollecitudine apostolica il ministero episcopale, prima come Vescovo di Tortosa e successivamente nella cara Arcidiocesi di Barcellona, dedicandosi costantemente alla missione evangelizzatrice con saggezza e generosità e instancabilmente intraprendendo numerose iniziative pastorali, con grande vicinanza ai sacerdoti, alla vita consacrata e ai seminaristi, ai quali dedicò particolare attenzione".

Papa Francesco ricorda "l'importante servizio reso alla Chiesa" dal defunto Porporato e esprime le più sentite condoglianze ai suoi familiari, a tutti coloro che lo conoscevano personalmente ed ai fedeli dell'Arcidiocesi.

ALTRI ATTI PONTIFICI

Città del Vaticano, 17 dicembre 2013 (VIS). Il Santo Padre ha nominato il Reverendo John F. Doerfler, Vescovo di Marquette (superficie: 42.152; popolazione: 321.000; cattolici: 68.200; sacerdoti: 90; religiosi: 51; diaconi permanenti: 44), Michigan, Stati Uniti d'America. Il Vescovo eletto è nato nel 1964 ad Appleton (Wisconsin, Stati Uniti d'America), ed è stato ordinato sacerdote nel 1991. Dal 1991 al 1995 è stato Vicario parrocchiale della “Saint John Nepomucene Parish” a Little Chute; dal 1997 al 1999 Vicario parrocchiale della “Saint Francis Xavier Cathedral”; dal 1998 al 2005 Vice-Cancelliere; dal 1997 al 1999 Difensore del Vincolo e dal 1999 al 2004 Giudice del Tribunale; è stato Amministratore della Cattedrale e delle parrocchie di “Holy Trinity” a Casco/Slovan e di “Saint John” a Green Bay e dal 2009 al 2012 Rettore del “Shrine of Our Lady of Good Help” a Robinsonville. Dal 2005 è Vicario Generale della diocesi di Green Bay. È attualmente Membro del Collegio dei Consultori e del Consiglio Presbiterale di Green Bay e Professore aggiunto presso la “Sacred Heart School of Theology” a Hales Corner (Wisconsin).


Copyright © VIS - Vatican Information Service
 
</